Storia della Sala
Il Palazzo

L’Odeon è stato uno dei primi cinema-teatro d’Italia e resta probabilmente uno dei più belli della penisola e forse d’Europa. Inaugurato negli anni Venti, vanta una storia illustre. Fu realizzato infatti all’interno di uno dei più importanti palazzi rinascimentali della città: il Palazzo dello Strozzino. Edificato per volere di Palla Strozzi verso il 1457, su disegno di Filippo Brunelleschi, ma con il sicuro intervento di Michelozzo, il palazzo rimase proprietà della famiglia fino all’Ottocento, passò poi al marchese Carlo Ginori Lisci, che lo vendette al Comune.

 

Nel 1904 fu acquistato dalla famiglia Chiari, albergatori fra i più importanti della città, con l’intenzione di costruirvi un albergo di lusso, ma già nel 1914 la proprietà cambiò idea. Su suggerimento della grande Eleonora Duse, si decise di realizzare una grande ed elegante sala cinematografica e il progetto fu affidato ad Adolfo Coppedé.

 

Nel 1919, a lavori già avanzati, l’immobile fu acquisito dalla Compagnia Cinema Italo-Americano, il cui presidente, Alessandro Abolaf, era un importante impresario cinematografico di origine greca. Il completamento della ristrutturazione fu affidato a Marcello Piacentini, architetto romano molto celebre all’epoca. Nel 14 dicembre 1922 il locale venne finalmente inaugurato.

 

Cinema Odeon Firenze | Piazza Strozzi, 2 | 50123 Firenze