Odeon Satya Doc
OCTOBER 10 - OWU: ILLUMINAZIONE E TANTRISMO

ACQUISTA QUI IL TUO BIGLIETTO

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO del ciclo di conferenze + film

Mercoledì 10 Ottobre parte il nuovo ciclo di One World University, la rassegna di incontri e film dedicata al rapporto tra filosofie e culture d’Oriente e d’Occidente e al confronto tra pensiero occidentale e orientale. Utilizzando un approccio interculturale che rifiuta l’idea che una sola cultura o una sola specializzazione possa dar conto dell’infinita complessità del reale, scandaglieremo la presunta superiorità della cultura eurocentrica…

Il primo appuntamento (ore 18.30) è dedicato a “Illuminazione e Tantrismo”, con interventi di Diego Manzi e Purnananda Zanoni. Il Tantrismo è una corrente di pensiero e una visione del mondo che pervade tanto le religioni induista, buddista, giainiste e bönpo, con diramazioni diffuse in Tibet, Cina, Corea, Giappone, Indonesia e molte altre aree dell’Estremo Oriente. In esso l’essenza della realtà è vista nell’istante vibrazionale (Spandu) che richiama molto il concetto di Entaglement scoperto oggi dalla Fisica Quantistica.

“Tantra” (rgyud) significa letteralmente “telaio” e “continuità, flusso ininterrotto”. Atttraverso  metodi rituali, pratiche meditative e yogiche si cambiano le componenti del “corpo sottile”. Si raggiunge  la purificazione delle nostre energie interne e dei nostri elementi costitutivi fisici e mentali che ordinariamente si trovano allo stato grossolano sotto forma di emozioni negative e di aggregati dell’ego. Attraverso questo sottile cambiamento  il praticante si trasmuta e si evolve in quello che è chiamato l’ “Essere adamantino” – che è indistruttibile e puro come il diamante. I livelli di coscienza più profondi – non raggiungibili attraverso il pensiero concettuale – permettono al particante  di  esistere autenticamente, qui ed ora, attuando l’armonia di sensualità e spiritualità.

A seguire (ore 21) il film J. KRISHNAMURTI: LA SFIDA DEL CAMBIAMENTO (USA, 80′) di Michael Mendizza – Versione originale con sott. in italiano. Attraverso rari filmati e documenti d’archivio, il film racconta la straordinaria vita e il pensiero di Jiddu Krishnamurti. Riconosciuto dalla Società Teosofica come il nuovo Cristo, egli si rifiutò di incarnare questo ruolo e non volle appartenere a nessuna organizzazione, nazionalità o religione. Il suo insegnamento insiste, tra le altre cose, sul fatto che “la Verità è una strada senza sentieri”. Numerosi i suoi contatti con i grandi protagonisti del Novecento. Nel 1938 Krishnamurti incontrò Aldous Huxley, che divenne suo amico e grande ammiratore. Nel 1956 incontrò il Dalai Lama. Il fisico David Bohm, amico di Albert Einstein, trovò nelle parole di Krishnamurti dei punti in comune con le sue nuove teorie fisiche. Questo diede vita a una serie di dialoghi tra i due che contribuirono a costruire un “ponte” tra il cosiddetto misticismo e la scienza: si parla in proposito di “misticismo quantico” .

Biglietto (conferenza + film): euro 10 (ridotto euro 7 per abbonati Odeon e convenzioni)

Apericena indiano (solo su prenotazione, scrivendo una mail entro le ore 16 di Mercoledì 10 Ottobre a direzione@odeonfirenze.com oppure telefonando al 055-295051): euro 10

Cinema Odeon Firenze

Diego Manzi è libero ricercatore di filosofia indiana. Laureato in Giurisprudenza e in Filosofia, nel 2016 ha pubblicato “Scintille di ordine eterno: viaggio nel cuore della tradizione indiana”. Da anni intraprende frequenti viaggi in India e insegna yoga, filosofia indiana e counseling olistico presso scuole private in Italia e all’estero. Attualmente i suoi interessi sono indirizzati prevalentemente all’approfondimento di argomenti quali la mitologia indiana, il tantrismo e la fisiologia sottile.

Purnananda Zanoni, laureato, studioso della lingua e della filosofia sanscrita, ha frequentato l’Accademia Vedāntica, i corsi universitari presso l’Università Cà Foscari di Venezia, da diversi anni insegna presso Centri culturali e Yoga in Italia e Svizzera. Ha tradotto e pubblicato nel 2012 il testo indiano “TANTRA – lo Śivaismo del Kashmir” ed  ha acquisito esperienze dirette nelle materie frequentando Maestri e Āśram in India, attraverso numerosi viaggi di studio in India, Nepal e Tibet.